I Colori di Cinquino.net
 FIAT 456 Blu Scuro
 FIAT 491 Celeste
Login
Utente:
Password:
Salva la password
Hai dimenticato la Password?

Entra
Registrati


FOTO DALLO SHOWROOM
Recenti dal forum
- Come ottenere lo sconto del 5% su EmporioBigatti?
da: Lunadix


- Problema carburatore weber 26...
da: Nick85


- Sfiato-decantatore olio...
da: Emanuel.Fantin


- Sostiruire la coppia conica!!...
da: Emanuel.Fantin


- realizzazione pendolare fiat 500...
da: Emanuel.Fantin


- Info e schema cablaggio per acc. el...
da: ape20ff


- dell'orto frd 32...
da: ape20ff


- I BEI TEMPI ANDATI...
da: Salvo_27


- BUONA PASQUA...
da: ape20ff


- Buona Pasqua 2014...
da: ape20ff


- Buona Pasqua...
da: ape20ff

Classifica
Utente Punti
1) alexettor 118971
2) omas 48411
3) borghillo.s 44740
4) fab64 32040
5) vik 31406
6) coplen 28569
7) Riccardo51 27059
8) Piero595 24821
9) Massimo la Falce 24240
10) ape20ff 23590
vai al concorso...
Statistiche
Utenti registrati: 12703
Ultimo iscritto:
Albert

Utenti Online 0


Visitatori Online 19





 Forum
 IL MONDO DELL'AUTO
 Il mondo delle storiche
 Moto Guzzi - Falcone 500
 Nuova discussione
 Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
<< Pagina Precedente
Pagina
di 3
Discussione 

robertino_salemi Cinquino tenuto bene (Catania)


Messaggi 369

Garage veicoli

Spedito - 31 July 2015 :  11:03:51  Mostra profilo  Visita l'homepage di robertino_salemi  Clicca per vedere robertino_salemi's l'indirizzo Messanger MSN  Rispondi allegando il testo

Ahahahahhaha!

Fiat 500F del '66 (http://www.cinquino....)
Lambretta J50 Deluxe del '68
Vai ad inizio pagina

mimidiroma Cinquino da esposizione (Bozzolo MN (Monteverde Nuovo lombardo acquisito))


Messaggi 1634

Garage veicoli

Spedito - 02 August 2015 :  07:26:44  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo

Senza parole.....

Per vedere le immagini a dimensioni ottimali effettuare il login!

Chi trova un tesoro....trova un sacco di amici...
Mimidiroma
Vai ad inizio pagina

robertino_salemi Cinquino tenuto bene (Catania)


Messaggi 369

Garage veicoli

Spedito - 29 March 2017 :  17:24:00  Mostra profilo  Visita l'homepage di robertino_salemi  Clicca per vedere robertino_salemi's l'indirizzo Messanger MSN  Rispondi allegando il testo

Buonasera a tutti voi.

La scorsa estate, per pochissime volte, io e mio padre abbiamo usato il Falcone, io con qualche difficolt#224; data la pesantezza, mio padre con estrema tranquillit#224;.

Durante le uscite abbiamo riscontrato un problemino: mentre era in marcia abbiamo notato un calo di potenza, come se l'acceleratore andasse a vuoto fino a quando il Falcone si spegneva.
Nel tentativo di rimetterlo in moto, ci siamo accorti che la leva della messa in moto scendeva con estrema facilita' e la leva dell'alza valvole era molto morbida...in poche parole, le valvole rimangono aperte.
Aspettando un po', il tempo necessario affinché il motore si raffredda, tutto ritorna nella norma e si riaccende senza problemi.
Secondo voi a cosa e' dovuto?
Potrebbe essere un problema di incrostazione?
Potrei aggiungere un'additivo al fine di ripulire la testata?

Qualche amico mi ha detto, in salute, di cambiare la bobina...e' quella originale, cosa ne pensate?

Grazie.

Fiat 500F del '66 (http://www.cinquino....)
Lambretta J50 Deluxe del '68
Vai ad inizio pagina

adriano.casoni Cinquino da esposizione (Castelfranco Emilia)


Messaggi 2962

Garage veicoli

Spedito - 30 March 2017 :  07:18:11  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo

Quando avevo il mio Falcone sport( già con l'anticipo automatico e senza la levetta sul manubrio), un caro amico meccanico che a 18 anni lavorava alla moto Guzzi a Mandello, mi consigliò di togliere la leva alza-valvole compreso il leveraggio interno. Motivò il fatto assicurandomi che spesso questo dispositivo era stato la causa di malfunzionamenti. Addirittura mi fece anche limare la protuberanza del carter che serviva ad agganciare la guaina del filo di comando. Questo dispositivo fu installato dalla Guzzi, per facilitare la rotazione del motore allorchè veniva azionato. Una volta rilasciato col pedale della messa in moto a fine corsa, la valvola di compressione si richiudeva ed il motore tornava in compressione funzionando. Serviva specialmente ai neofiti, ma allorchè il conduttore acquisiva una certa esperienza, la mesa in moto risultava priva di pericolo e abbastanza facile. Il pericolo risiedeva nel fatto che il neofita o proprietario da poco,( come spesso si vede in certe foto), grava sulla leva della messa in moto con tutto il suo peso , partendo dalla posizione più alta della sua corsa: sbagliatissimo! Infatti questa posizione obbliga il manovratore ad appoggiare il piede sulla leva con la sua parte intermedia, e fare quindi scendere la messa in moto. In caso di "scalciamento all'indietro",(provocato abbastanza di sovente dalla corretta posizione dell'anticipo e della buona compressione del motore Guzzi) la leva della messa in moto "scalcia" ruotando a ritroso, rimandando in su la leva stessa. Il piede, venendosi a trovare in pieno equilibrio sulla leva stessa, non riesce a liberarsi immediatamente , e le ossa dell'arto inferiore possono anche spezzarsi( la storia dice che purtroppo detti traumi non erano infrequenti data la inesperienza dei motociclisti ). Il vecchio amico meccanico bolognese, dopo avermi consigliato di togliere il dispositivo, mi indicò anche il metodo migliore, meno pericoloso e più proficuo per mettere in moto il Falcone: Si appoggia il piede, con la parte della pianta, sulla leva della messa in moto, poi "giocando" opportunamente con la leva della frizione, si trova il punto di compressione del motore, portando nel contempo la leva in posizione orizzontale( sfruttando così circa metà corsa del settore dentato della messa in moto), si preme con decisione sulla leva, ed anche con poca corsa il motore va perfettamente in moto.( ovvio che il punto d'anticipo deve essere del tutto a norma, che le valvole devono essere registrate come da manuale, ed il "cicchetto" del carburatore (a freddo) deve essere azionato ripetutamente e a sufficienza). Con questo metodo, anche in caso di scalciata all'indietro della leva della messa in moto, il piede scivola facilmente dalla leva e non subisce contraccolpi dannosi. Utilizzando questo metodo, io non ho mai sbagliato una messa in moto del mio Falcone. Quello che ti è successo, a motore caldo, potrebbe essere stato provocato dal dispositivo alza valvole, la valvola di scarico si è "impuntata" per la mancanza del gioco necessario, vuoi per la errata registrazione a freddo, vuoi per la probabile intromissione, fra asta e camme, della levetta alzavalvola. L'amico mi disse appunto che spesso si era verificato che con le vibrazioni del motore, la levetta interna si era incuneata fra asta e camme e aveva annullato il gioco necessario al funzionamento della valvola. Togli tutto, rifai correttamente la registrazione delle valvole e vedrai che il tuo Falcone non ti darà più noie, è una macchina nata solo per funzionare!!( salvo per alcuni accessori che possono risultare dannosi e non necessari).

Per vedere le immagini a dimensioni ottimali effettuare il login!

"se conosci come è fatto un organo meccanico, la cura nell'usarlo,rappresenta di per se una gran quota della sua manutenzone"
Vai ad inizio pagina

robertino_salemi Cinquino tenuto bene (Catania)


Messaggi 369

Garage veicoli

Spedito - 03 April 2017 :  10:09:58  Mostra profilo  Visita l'homepage di robertino_salemi  Clicca per vedere robertino_salemi's l'indirizzo Messanger MSN  Rispondi allegando il testo

Ciao Adriano,
grazie per l'ottima spiegazione.

Venerd#236; sera son passato da un meccanico, ha gia' lavorato sia sul Falcone e sul Nuovo Falcone.
Prossima settimana lo porter#242; da Lui cosi' da risolvere il problema insieme.

Grazie.

Fiat 500F del '66 (http://www.cinquino....)
Lambretta J50 Deluxe del '68
Vai ad inizio pagina
Pagina
di 3
Discussione  
<< Pagina Precedente
 Nuova discussione
 Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Cinquino.net by Emporio Bigatti © Diego Lunadei Vai ad inizio pagina
  Snitz Forums 2000

E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, di fotografie, disegni e testi senza l'autorizzazione scritta di Cinquino.net

Privacy Policy